Utilità della visita oculistica di controllo

Hai notato un peggioramento del visus, soprattutto in condizioni di cattiva luce come nella guida notturna o nell’utilizzo del video terminale ?
Alcuni dei più comuni difetti visivi (ipermetropia, astigmatismo ecc ) danno segno di se solo in condizioni particolari di carenza di luce, comportando un progressivo affaticamento del visus che può manifestarsi con pesantezza oculare, rossore, bruciore fino allo sviluppo di fastidiosi mal di testa che se non adeguatamente corretti possono diventare cronici.

Sai di avere qualche famigliare ammalato di glaucoma ?
Alcune delle più comuni patologie oculari, come il Glaucoma, non danno segno di se’ se non quando il danno è ormai avanzato. Il glaucoma è una malattia ereditaria, che se non diagnosticata e curata attentamente può portare in pochi anni alla cecità. Un esame approfondito dell’occhio, associato al controllo della pressione intraoculare (IOP) e ad eventuali esami di secondo livello (pachimetria, campo visivo ecc) possono salvare la tua vista.

Soffri di ipertensione o diabete?
Molte delle più comuni malattie generali come l’ipertensione e il diabete colpiscono prevalentemente l’occhio nel suo punto più delicato: la retina. Il danno iniziale non comporta alcuna alterazione del visus e quindi completamente silente, tuttavia ad un primo iniziale danno può seguire un rapido peggioramento non recuperabile se non diagnosticato e trattato in tempi brevi.

Hai bambini che per guardare la televisione o tablet devono avvicinarsi molto allo schermo o tendono a storgere la testa in maniera continuativa o saltuaria?
Lo sviluppo della capacità visiva si completa nei primi 9 anni di vita. Durante questo periodo le capacità plastiche di adattamento dei nostri occhi sono notevoli, e un difetto visivo può non manifestarsi se non con atteggiamenti visivi particolari (rotazioni anomale del capo, avvicinamento anomalo per la visione e per lettura). Un occhio non adeguatamente corretto sviluppa un’ambliopia (rimane pigro) e non può più essere corretto passata l’età di sviluppo. Un primo esame della capacità visiva e di eventuali difetti deve essere fatto dai 3-4 anni in poi entro i 7-8 anni.

In passato hai sempre avuto un’ottima vista, negli ultimi mesi hai notato un progressivo peggioramento del visus con un’attenuazione dei colori che appaiono più sbiaditi?
Con l’età la trasparenza del cristallino all’interno del nostro occhio tende a calare, e per un fenomeno di invecchiamento si viene a sviluppare una cataratta. La cataratta non da’ segno di se’ se non un calo della trasparenza del nostro visus associato ad una attenuazione dei colori. La rimozione della cataratta va eseguita al momento giusto della maturazione a fine di ridurre al minimo eventuali rischi intraoperatori.

Hai notato nelle ultime settimane un peggioramento della vista associato alla distorsione delle figure che appaiono ondulate o spostate?
Una delle più comuni malattie della retina legate all’età è lo sviluppo di maculopatie che possono essere essenzialmente di due tipi: una forma secca associato ad un invecchiamento precoce delle strutture centrali della retina, che come in un tappeto consumato, finiscono per non funzionare più in maniera corretta, ed una forma umida, associata ad un danno del pavimento della retina con trasudazione di acqua o sangue dagli strati profondi fino all’interno della retina stessa. Entrambe queste condizioni, rappresentano una situazione molto pericolosa per la vista e spesso non recuperabile. L’unica forma di prevenzione dimostrata è un continuo e costante monitoraggio del fondo dell’occhio attraverso visite specialistiche periodiche.

Point, il tuo punto di riferimento

Copyright © 2015-2018 Point s.r.l. - P.IVA 03120780360 | Webmaster